MASTER IN BUILDING INFORMATION MODELING - BIM SPECIALIST, COORDINATOR, MANAGER

Le tre precedenti edizioni del Master hanno avuto un importante riscontro: hanno partecipato rispettivamente 50, 58 e 84 iscritti; professionisti di differenti età, provenienti da tutte le realtà della filiera delle costruzioni.
Professionisti, Aziende, Enti statali, Imprese, Pubbliche Amministrazioni, Studi professionali, giovani laureati e anche diplomati (iscritti come uditori) provenienti da tante Regioni d’Italia (Toscana, Liguria, Lazio, Sardegna, Marche, Umbria, Sicilia, Calabria, Puglia, Abruzzo, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte) e da alcuni Paesi Stranieri (Islanda, Argentina, Venezuela, Colombia, Cile e Brasile).
I soggetti Partner del Master, che hanno richiesto tirocini, (sessione Tirocini) sono oltre 80, di varia grandezza e ambiti di competenza, sia privati che pubblici, ubicati in diverse parti d’Italia.

Pur mantenendo invariato il costo di iscrizione è stato deciso di incrementare la possibilità di agevolazioni su base ISE e quindi è aumentato il numero di gratuità totali e parziali che ora sono dieci in tutto (sessione Iscrizioni).

Il percorso di questi anni rende oggi il Master un hub di competenze e un luogo di incontro fra domanda e offerta, conosciuto e riconosciuto in Italia e all’estero, che propone anche Convegni di livello nazionale e internazionale, come quello - indimenticabile - con l’ideatore del BIM il Prof. Charles Eastman, che ormai da tanti anni - oltre che un caro amico - è sempre stato riferimento autorevole per la nostra attività di ricerca sul BIM. L’Università di Pisa, infatti, è stata la prima in Italia ad aver sviluppato, venti anni fa, la ricerca sul “Building Information Modeling”: questo livello di conoscenza accademica, scientifica e professionale, stratificata negli anni, è quello che il Master vuole condividere e offrire agli utenti. Da qui la scelta di contenere al massimo il costo di iscrizione, di non accettare sponsorizzazioni dalle software house, di promuovere con continuità occasioni di collaborazione fra Professionisti, Enti, Amministrazioni Pubbliche, Operatori della filiera e chiunque abbia interesse al BIM.

Riteniamo importante segnalare che decine di occasioni offerte dal Master si sono trasformate in opportunità di lavoro a tempo indeterminato e tantissime a tempo determinato. La rete di rapporti che si è formata intorno al Master - ex allievi, docenti, partners - costituisce, oggi, una significativa massa critica di competenze e sensibilità delocalizzate nel settore delle costruzioni, in Italia e all’estero.

Tutte queste ragioni ci portano ad approfondire continuamente l’offerta formativa, per renderla sempre più efficace, congruente e conforme allo stato dell’arte, come - per esempio - l’introduzione dei moduli di specializzazione rivolti a diverse professionalità. Non presenti nella prima edizione, tre nella seconda, sono divenuti sei nella terza: Beni Culturali, Infrastrutture di trasporto, Generative Design, Impianti, Strutture, Cantiere.

Anche la sede del Master è stata adeguata alla sua crescita per offrire maggiori alternative e servizi agli iscritti: le lezioni si svolgono presso la Sala grande della Camera di Commercio, in centro città, a 300 metri dalla Stazione dei treni (connessa in pochi minuti di transfer all'aeroporto).

Il percorso formativo del Master è strutturato per insegnare agli utenti a lavorare secondo le innovative metodologie di Building Information Modeling, incluso l’apprendimento dell’utilizzo dei software necessari. Infatti, l’improvvisa necessità di queste nuove figure professionali e la loro urgenza per la filiera delle costruzioni, richiede l’acquisizione di competenze specifiche ma che sono in grado di offrire numerosi sbocchi occupazionali, presso studi professionali, Imprese e Aziende del settore delle costruzioni e dei componenti, Istituzioni, Enti appaltanti, Amministrazioni Pubbliche. 

___________________________________________________________________________


CARATTERISTICHE DEL MASTER

 Alcune linee guida che contraddistinguono la nostra proposta:

- il largo utilizzo di software con una parte ancora più importante di ore dedicate al loro apprendimento “on-hand” ritenuta condizione indispensabile per poter effettivamente comprendere cosa sia il Building Information Modeling;
- la correlazione continua fra modello 3D orientato ad oggetti e processo, senza la quale non esiste BIM;
- un percorso articolato in approfondimenti per ambiti professionali specifici, al fine di fornire una preparazione competitiva agli allievi;
- la proposta dei tirocini, quale esperienza reale del metodo BIM, favorendo lavoro di gruppo e tematiche condivise dagli interessati;
- l’incontro con BIM Manager professionisti coniugato con la formazione legislativa realmente necessaria;
- una formazione professionale in grado di sviluppare un approccio critico al BIM per non ridurlo soltanto alla conoscenza di software, normative o interessi di moda;
- l’incontro anche con alcune esperienze professionali internazionali per comprendere la direzione delle applicazioni allo stato dell’arte.

OBBIETTIVI
Il Master si rivolge a quanti vogliono imparare, in modo progressivo, efficace ed approfondito, il metodo BIM (Building Information Modelling), acquisendone capacità di utilizzo reale e applicazioni congruenti per i diversi ambiti di lavoro della filiera del settore delle costruzioni. Il Master costituisce anche un luogo d’incontro fra domanda e offerta per l’utilizzo della nuova metodologia BIM e la digitalizzazione della filiera del settore delle costruzioni, da un lato, formando professionisti capaci di rispondere alle nuove esigenze professionali e del mercato, dall’altro rappresentando un centro di competenze per il territorio.


CRITERI

Il corpo docente selezionato per rappresentare un ampio e approfondito panorama di conoscenze e professionalità, nazionali e internazionali, permette di offrire l’integrazione di capacità formativa, pratica professionale e ricerca scientifica, fornendo agli iscritti differenti esperienze e sensibilità, così da rappresentare le varie specificità della filiera delle costruzioni e le differenti realtà lavorative pubbliche e private.
E’ previsto 1 credito formativo (CFU) per ogni 8 ore di lezione (didattica frontale, esercitazioni guidate, seminari, tirocinio, visite fuori sede ed eventi sono considerati equivalenti per ottenere risultati completi e integrati).
La formula di concentrare in un unico giorno a settimana le ore di lezione è stata individuata per rispondere a diverse necessità:
- impattare in modo ridotto sui ritmi di lavoro dei professionisti,
- permettere di partecipare ai dipendenti degli enti pubblici,
- utilizzare i vantaggi della dinamica formativa “full immersion”,
- consentire la rielaborazione personale delle lezioni teoriche frontali e di quelle pratiche (software).
Il Master è aperto a tutti coloro che desiderano lavorare con il BIM senza necessità di avere conoscenze già acqusite, proprio per il suo carattere innovativo e fortemente interdisciplinare.


METODI

E’ prevista una modalità integrata di acquisizione dei contenuti che comprende:
- lezioni frontali per l’acquisizione di contenuti teorici e metodologie;
- esercitazioni guidate per imparare individualmente l’utilizzo dei software BIM;
- seminari per lo studio di applicazioni reali a manufatti in Italia e all’estero;
- percorsi guidati per lo sviluppo individuale di progetti sia di nuova costruzione sia di recupero;
- incontri e visite con professionisti e realtà che utilizzano già il metodo BIM.

Durante l’intero periodo di svolgimento del Master ogni iscritto potrà usufruire gratuitamente di proprie licenze individuali di tutti i software BIM insegnati, da installare sul proprio portatile. Potendo così esercitarsi personalmente - in modo continuo e graduale - nel loro utilizzo ed usufruendone, inoltre, nel tirocinio applicativo.

 

MODULI DI SPECIALIZZAZIONE BIM PER: STRUTTURE, HBIM, INFRASTRUTTURE, GENERATIVE DESIGN
Visto il riscontro fortemente positivo della seconda e della terza edizione, anche nella quarta è stato previsto un certo numero di moduli paralleli dai contenuti specifici, finalizzati all’utilizzo del BIM per differenti ambiti e professionalità. A circa metà del Master, infatti, ogni iscritto avrà la possibilità di approfondire uno dei moduli di circa 30/40 ore che si terranno contemporaneamente, perchè indirizzati a precisi ambiti di specializzazioni indipendenti: strutture (incluso insegnamento del software Tekla); beni monumentali (con applicazioni specifiche “Heritage BIM” (HBIM); infrastrutture stradali e ferroviarie (incluso insegnamento del software CIVIL 3D); parametric design (incluso insegnamento di software generativi).