ARGOMENTI TRATTATI NEI MODULI DI LEZIONE



MODULO 1- INSEGNAMENTO PRATICO DEL SOFTWARE BIM
L’offerta formativa complessiva dei due moduli, di carattere fortemente operativo, permette di integrare tutte le conoscenze necessarie ai progettisti, ai produttori, ai costruttori e alla committenza. Dal punto di vista metodologico, oltre alla parte di spiegazione frontale guidata, gli allievi sono seguiti singolarmente dai docenti durante le numerose attività di esercitazioni pratiche.


1A - SOFTWARE 3D PARAMETRICO ORIENTATO AD OGGETTI

(Ore totali: 104 - Crediti 13)
L’insegnamento non prevede solo l’utilizzo dei comandi (conoscenza di carattere informatico) ma il metodo e la procedura di utilizzo del BIM propri dell’attività lavorativa delle figure specifiche del settore delle costruzioni. Per tutta la durata del Master ogni partecipante ha a disposizione una licenza personale per ogni software (dche può installarle sul proprio pc portatile). Questa fase prevede un ampio numero di esercitazioni e non richiede conoscenze acquisite. Sono insegnati i più diffusi software BIM di modellazione parametrica 3D orientata ad oggetti. (Software insegnati: Archicad, Revit, Allplan). Sono integrati in questo modulo lezioni ed esercitazioni per l’insegnamento di software strutturali (Tekla) o impiantistici (MEP modeler).


1B - SOFTWARE PER LE FASI “BIM 4D, 5D, 6D, 7D“ 
(Ore totali: 64 – Crediti 8)
Vengono insegnati software interoperabili con quelli del Modulo precedente utilizzandone la stessa metodologia didattica e formativa, per poter ampliare le conoscenze e l’applicazione del metodo BIM a tutte le fasi del processo-prodotto relativi ad un intervento (nuova costruzione o esistente). Alla precedente fase di progettazione seguono in questo Modulo, lezioni relative alla visualizzazione, alla validazione del modello BIM, ai costi, alla gestione estimativa, all’organizzazione delle fasi di costruzione in cantiere, al facility managment (Software insegnati: Solibri, STR Vision, Mastro, Synchro). E’ incluso nel modulo anche l’approfondendo dello standard di interoperabilità IFC.


MODULO 2 - BIM MANAGMENT
(Ore totali: 96 - Crediti 12)
L’offerta formativa permette di maturare in modo consapevole gli elementi di conoscenza necessari e giuridicamente fondati, rispetto a quelli sperimentali e autoreferenziati. Dal punto di vista metodologico, oltre alle lezioni frontali, agli allievi hanno la possibilità di incontrare e professionisti del settore e interagire con loro, per acquisire esperienze dirette.
I contenuti riguardano le disposizioni giuridiche nazionali ed internazionali; le direttive Europee sugli Appalti Pubblici; i livelli di normazione volontaria e le condizioni di applicazione. I contenuti frontali sono corredati di un ampia casistica relativa alle pratiche di utilizzo maggiormente affermate e ai casi reali più esplicativi. I contenuti formativi sono indirizzati a coprire le conoscenze proprie dell’attività di BIM Manager sia in Studi Privati e Aziende, sia in Enti e Amministrazioni Pubbliche. Vengono dettagliati i livelli di BIM managment e le competenze relative. Tutti gli argomenti sono trattati con lezioni frontali e incontri con professionisti del settore. Rientra in questo Modulo di lezioni l’insegnamento delle conoscenze utili alla redazione di Bandi di Gara, da parte delle Pubbliche Amministrazioni; e della partecipazione ad essi, da parte dei soggetti privati. Si integrano direttamente in modo operativo con questo modulo anche parte dei contenuti acquisiti nel modulo 1B.


MODULO 3 - BIM PER IL RECUPERO E LA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO ESISTENTE
(Ore totali: 88 - Crediti 11)
Il modulo intende offrire un approfondimento specifico per le figure professionali che operano nel settore del Recupero e dei Beni Culturali. La metodologia di apprendimento include, lezioni frontali di approfondimento, applicazioni pratiche per imparare un utilizzo dei software specifico per il recupero, esercitazioni in sito con strumentazioni digitali di rilievo. Viene anche analizzato, in modo dettagliato e consequenziale, per mezzo dei casi reali più significativi, come applicare e sviluppare il BIM in processi ed elaborazioni svolti fino ad ora in modo tradizionale. Ampia attenzione è rivolta a fornire ai partecipanti conoscenze dei software e metodiche procedurali specificatamente relative all’applicazione del BIM per il recupero, attraverso lezioni frontali e applicazioni individuali sul software, specificatamente indirizzate. Per fornire le necessarie conoscenze pratiche ed operative pertinenti, il Modulo integra lezioni ed esercitazioni pratiche per imparare, in sito, le basi dell’utilizzo delle attuali strumentazioni digitali per il rilievo dell’esistente (scanner 3d, laser, fotogrammetria) e la georeferenziazione degli immobili (metodi GIS e di Analisi configurazionale). ll modulo include applicativi e procedure per la riqualificazione energetica di un edificio e la gestione del patrimonio immobiliare.


MODULO OPZIONALE - IL BIM PER LE INFRASTRUTTURE VIARIE
Il Modulo, proposto per la prima volta, è rivolto in modo specifico alle figure professionali che operano nel settore delle infrastrutture viarie e dei trasporti. Dal punto di vista metodologico integra l’ampia base di conoscenza derivata dai contenuti trasversali presenti negli altri tre moduli, con l’insegnamento specifico di software BIM per le infrastrutture stradali (CIVIL3D) e di microsimulazione dinamica 3D interattiva del traffico su scala urbana e territoriale (UcWinRoad). Per ovvie ragioni di ambiti di competenza professionale differenti, la parte di specializzazione del Modulo sarà svolta in parallelo a quella specifica per il Recupero dei Beni Culturali. Chi frequenta questo modulo, potrà scegliere di effettuare una forma di tirocinio congruente, in una realtà lavorativa del settore. (per ragioni logistiche e data l’assoluta novità si chiede a chi è interessato a scegliere questo modulo opzionale di inviare una mail alla Direzione del Master).


MODULO del TIROCINIO
(Ore totali: 120 - Crediti 15)
Il tirocinio, è proposto ad ogni iscritto in base al proprio personale interesse. Sono previsti tirocini presso Studi Professionali, Imprese di costruzione, Aziende di prodotti, componenti e tecnologie per il settore, Istituzioni, Enti appaltanti, Amministrazioni Pubbliche. La forma del tirocinio è flessibile nelle modalità di svolgimento anche logistica e varia in relazione al soggetto proponente e alla disponibilità dell’allievo. L’intervallo di tempo nel quale il tirocinio può maturare le 120 ore necessarie è giugno-settembre.


PROVA FINALE
(Esercitazione - Ore totali: 8 - Crediti 1)
Verifica il livello di conoscenza raggiunto nell’utilizzo delle metodologie BIM di processo-prodotto relativamente alla progettazione, costruzione e gestione di un intervento sul nuovo o l’esistente.



DOCENTI DEL MASTER

 

Arch. Roberta Cecchi - Libero professionista
Prof. Paolo Fiamma - Università di Pisa Dipartimento DESTEC
Ing. Pietro Baratono M.I.T. - Provveditore OO.PP Lombardia ed Emilia Romagna
Prof. Ezio Arlati - Politecnico di Milano
Ing. Simone Garagnani - Libero professionista - Docente Università di Bologna
Prof. Davide Aloini - Università di Pisa Dipartimento DESTEC
Ing. Rinaldo Giambastiani – RUP Nuovo ospedale di Cisanello – Pisa
Prof. Gabriella Caroti - Università di Pisa Dipartimento DICI
Ing. Enrico Dini - Libero professionista
Prof. Marco Cococcioni - Università di Pisa Dipartimento DII
Ing. Riccardo Fontana - Libero professionista
Prof. Valerio Cutini - Università di Pisa Dipartimento DESTEC
Ing. Paolo degli Innocenti - Agenzia del Demanio Toscana ed Umbria
Prof. Anna De Falco - Università di Pisa Dipartimento DESTEC
Ing. Nicolas Urbina – RUP Ospedale Galliera Genova
Prof. Antonio Fioravanti - Università La Sapienza di Roma
Ing. Elisa Spallarossa - Libero professionista
Prof. Francesco Leccese - Università di Pisa Dipartimento DESTEC
Arch. Francesco Ruperto – Responsabile Master Università La Sapienza Roma
Prof. Valeria Mininno - Università di Pisa Dipartimento DESTEC
Ing. Francesca Tonini – Direttore APC Italia
Prof. Andrea Piemonte - Università di Pisa Dipartimento DICI
Ing. Stefano Novello - Agenzia del Demanio Roma
Prof. Mauro Sassu - Università di Cagliari
Ing. Alessandro Santucci - Libero professionista - Docente Università di Pisa
Prof. Gianluca Dini - Università di Pisa Dipartimento DII
Ing. Cinzia Gatto - Provveditore OO.PP Emilia Romagna
Prof. Enrico Dassori - Direttore Master Università di Genova
Arch. Paolo Graziano - Libero professionista - Docente Politecnico di Milano

Numerosi seminari sono tenuti dai responsabili di Studi Professionali, Istituzioni, Enti, Imprese e Aziende, per un confronto diretto con casi reali di utilizzo del BIM da parte dei vari attori della filiera delle costruzioni.